Maniero, Mosca

Durante i suoi giorni di gloria come una delle proprietà Glebov nella campagna nei pressi di Mosca, questa Grande Dame ha offerto tutto quello che l'aristocrazia russa aspirava a godere nel XIX secolo: la musica, la poesia, l'arte, la filosofia, lo stile di vita e cortesi passeggiate tra alberi e sentieri del giardino. Costruito secondo i principi palladiani di equilibrio e proporzione, la sua rotonda d'ingresso taglia l'intero Maniero assialmente. Gli anni fiorenti del Maniero Nikolskoya, tuttavia, sono stati interrotti da disordini politici, la rivoluzione, la guerra e, infine, il comunismo. E così è passata da una nobile sede a un rifugio occupato dai nazisti. Bombardata e parzialmente distrutta, si fece strada attraverso la guerre e, infine, ha offerto rifugio come sanatorio per bambini malati. Durante la seconda metà del XX secolo, l'originale struttura fu divisa in sezioni più piccole per servire come residenza plurifamiliare. Ridotta a una semplice rovina, la sua anima piangente ha catturato l'attenzione di un nuovo proprietario, la cui visione era quella di superare tutte le tradizioni: ripristinare il Maniero con la sua struttura originale, preservare i terreni circostanti, e far rinascere gli interni con un'estetica del ventunesimo secolo, pur mantenendo intatti i riferimenti storici.

Il mio compito era quello di affiancare la storia del Maniero con un design pulito e contemporaneo che supererà la prova del tempo; un nuovo approccio opposto a un restauro puramente storico. Stavo per ignorare le tipiche e tradizionali estetiche e decorazioni per integrare linee semplici, camere spaziose, comfort contemporanei, e soprattutto, un luogo unico che possa essere chiamato casa.

In linea con la disposizione equilibrata di quattro suite al secondo piano e due al terzo, ho deciso di usare le quattro stagioni, e giorno e notte, come la ispirazione della mia progettazione. E così le suites più grandi rappresentano Inverno, Primavera, Estate e Autunno mentre le altre stanze rappresentano giorno, e, infine, la notte.

Utilizzando i migliori tessuti naturali e materiali, la tavolozza dei colori e l'estetica generale sono una diretta influenza del terreno esterno, il verde muschio sugli alberi, i toni ambrati dell'autunno, la freschezza dell'estate, e la sublimità della primavera.